US CATANZARO 1929 - Sito sull' US Catanzaro Calcio 1929

IL CATANZARO DIETRO LE QUINTE

MI RITORNA IN MENTE - RICORDI DAL 1969 AL 2002

 

Parte IV    -   Gli anni migliori, dal 1979 al 1982

 

   Gli anni migliori del Catanzaro.

Campionato 1978/79, Palanca è già un mito.  Roma - Catanzaro 1-3, frequentavo ancora le scuole elementari, mio padre era andato fino a Roma per vedere il match dal vivo, dalla mitica Tribuna Monte Mario, una fila dietro la sorella (o figlia... non ricordo) di Carletto Mazzone.

79/80 E' un anno che ricordo benissimo, soprattutto la vittoria al vecchio militare contro la Lazio per 3-1, il rush finale con la doppia vittoria ad Udine e sul Napoli. Palanca e Bresciani facevano faville in un campionato di fenomeni come Spillo Altobelli, Ciccio Graziani, Pablito Rossi. I Distinti erano quelli dei giorni migliori e prendevano di mira giocatori come Beccalossi (che chiamavano Beccamorto).

Il Catanzaro retrocedeva per un punto ma veniva ripescato per il famoso calcio scommesse. Uno dei due scandali del calcio Italiano. Milan e Lazio retrocessi.

Ricordo benissimo, per ore il fotogramma su RTC, l'emittente privata di Soluri. Foto della squadra con un titolo che parlava del ripescaggio del Catanzaro. Le Tv private più seguite, RTC, ed in seguito, Tele Elle.

In quel periodo i giocatori del Catanzaro del presente e del passato, nei mesi estivi, frequentavano spesso le spiaggie della Provincia, soprattutto il tratto del Golfo di Squillace.

Ho un vivo ricordo delle partite sulla spiaggia alle quali partecipavo insieme ad alcuni di questi giocatori, ricordo soprattutto due - tre partite con Claudio Ranieri. Lui, Spelta, Braca, ed altri frequentavano le spiaggie vicino a Pietragrande, dalle parti della Pergola. Esattamente le partite si svolgevano alla foce del fiume (in estate secco) tra La Pergola e Calalunga. La mia dimora estiva era proprio da quelle parti, al Residence le Terrazze. Le partite erano sempre organizzate dai due fratelli Madarena che abitavano dietro "la siciliana". Ogni tanto, per le nostre partitine sulla spiaggia invitivano quei giocatori e con mia sorpresa, alcuni di loro accettavano.

Erano altri tempi.

Anno 1980/81 quinta giornata - Brescia - Catanzaro 1 - 1 (PRIMI IN CLASSIFICA). Vecchi (portiere del Como) dirà sulle Punizioni di Palanca.... la palla sembrava impazzita, mai visto nulla di simile.

Catanzaro in festa............... Il punto più alto della storia dell'US Catanzaro

In quegli anni frequentavo la scuola media. Sezione D della scuola Mazzini.

Sul mio diario, la domenica disegnavo le azioni delle reti delle partite dei giallorossi.

Terza media, è l'anno dei record 1981-1982 Mauro Celestini - Borghi - Bivi.

Tre sfogliatelle al Milan battuto anche in casa, tre al Cesena.

 

La Juve vinceva lo scudetto a Catanzaro nell'ultima di campionato con il rigore di Brady.

Sul mio diario anche l'azione del famoso goal di Bivi alla Roma. Famoso perché anche Alberto Sordi in seguito lo farà vedere al cinema ed in TV in un film con Monica Vitti (io so che tu sai che io so).

Alla trasmissione della RAI "Domenica In", gruppi di Tifosi rappresentavano le squadre di serie A con una serie di giochi a quiz. Era un vero divertimento per i tifosi dell'US, soprattutto perché c'era Rotella il Presidente del Catanzaro Club.

Sembra ieri il giorno in cui Rotella consegnava decine di copie, di un noto giornaletto giallorosso che si distribuiva allo stadio a Pippo Baudo. Il giornaletto celebrava l'anticipata salvezza del Catanzaro (Pippo Baudo aveva pronosticato la nostra retrocessione).

Non era vincente solo l'US Catanzaro, ma anche la squadra dei tifosi (in quella trasmissione vi erano rappresentanti del Catanzaro Club e del Club Stadio). Nel gioco della trasmissione Rai, i rappresentanti dei tifosi catanzaresi affrontavano e vincevano al primo turno il Cagliari e successivamente il Taranto, perdendo in semifinale contro la Triestina. Semifinale contestata dal "Presidente" Rotella che polemizzava in un simpatico siparietto con Pippo Baudo, accusato di essere anti catanzarese.

Ma ecco come Calabria Giallorossa (nick name di un grande tifoso del Catanzaro) ricorda i giorni a Domenica In.

Vedere la sezione del sito "frasi famose"

"Arrivavavamo in trasmissione la domenica gasati anche perchè il Catanzaro vinceva sempre, ricordo Milan 0 - Catanzaro 1 e Torino 0 - Catanzaro 1, quindi immaginate la gioia quando si entrava in trasmissione. Giocavamo in quella puntata contro il Taranto, era un gioco a quiz domanda e risposta e chi indovinava tirava un rigore con le mani. Alla fine del 1° tempo perdevamo 3 - 0 e stavamo facendo pena, il Rotella negli spogliatoi durante la pausa (e mentre cantava Toto Cutugno) cominciò a urlare a gridati: Omini e merdaaaa, non aviti sangu intra i vini, on pigghiastuvu e nenta de iocaturi do Catanzaru. Sentiti gli urli di Rotella, negli spogliatoi si avvicinarono Pippo Baudo e Procacci (Il Regista) che gli dissero: Si calmi, Signor Rotella, sta cantando Toto Cotugno. La risposta di Rotella ad alta voce:  Vaf*** tu Totu Cutugnu, Domenica In e puru a Valletta. Noi a terra dalle risate.
Per la cronaca alla fine vincemmo 4 - 3".

ANNI 79 - 82 FIERI DI ESSERE CATANZARESI

Nessuno pensava in quegli anni che il grande Catanzaro sarebbe fallito dopo un calvario di un decennio in C2.

 Nessuno pensava che sarebbe nato internet.

Noi, generazione dei primi anni 80, eravamo i primi a cimentarci su un PC. La prima generazione informatica, quella dei videogiochi da bar. Nel 1981 nasceva il mitico commodore Vic 20.

Il Vic 20. solo  5,5 kb di ram (si Kb, no Mb, non è un errore) di cui 2 usate dal sistema operativo Basic e 3,5 disponibili.

Ancora il DOS non era stato inventato. Si pensava che il Basic fosse stato il futuro, ma il futuro era la rete, internet.

Il Catanzaro, invece passava dal bianco e nero ai colori.

In TV la squadra giallorossa compariva sempre più spesso, nasceva la moviola alla Domenica Sportiva. Novantesimo minuto e Sandro Giacoia con Tonino Carino da Ascoli.

 

Parte I     - I miei primi anni di memoria, dal 1971 al 1979

 

Parte II     - I tifosi più tifosi: i barbieri. Un omaggio a Pepé dei coculi e Gori di Piazza Roma

 

Parte III     - Piazza Roma e dintorni (I coculi - il carmine - stratò - largo zinzi - villa Trieste

 

Parte V     Le scuole superiori dal 1982 al 1987

 

Parte VI     I campi di calcio, ovvero dove "Jocavamu a pallone"

 

Parte VII     Oltre il calcio. Lo sport a Catanzaro, cioè il nulla

 

Parte VIII    I distinti e le sue regole   

 

Parte  IX    1988-1993 L'università a Roma. Le prime assenze dal Ceravolo

 

Parte  X    1994-1997  Ciao Catanzaro